logo sistema sicurezza alimentare

Gheda Petfood è un’azienda certificata dal 2002 secondo gli standard previsti dalla norma ISO. Il sistema di gestione organizzato dell’azienda rinnova continuamente la propria certificazione nel rispetto della norma UNI EN ISO 9001 edizione 2015. Inoltre l’azienda nel 2020 ha raggiunto la certificazione del sistema di sicurezza alimentare secondo la norma internazionale FSSC 22000. Il campo di applicazione per la quale la Gheda Petfood è certificata, è la formulazione e produzione di alimenti secchi per cani e gatti.Il Dipartimento del Controllo Qualità è impegnato nel mantenimento della qualità totale attraverso la produzione di Petfood Sicuro.

icona rispetto ambientale

Gheda Petfood è attenta all’impatto ambientale delle proprie attività industriali ed è consapevole dei limiti delle risorse naturali.
L’azienda è impegnata in uno sviluppo sostenibile e in pratiche d’affari orientate verso una cultura ambientale, che hanno un impatto minimo sull’ambiente e sull’utilizzo delle risorse naturali.
La salvaguardia dell’ambiente e la sensibilità per lo sviluppo delle energie rinnovabili rappresentano per l’azienda un punto fondamentale.
Acquisendo questa politica ambientale, Gheda Petfood ha deciso di impegnarsi a:

  1. attenersi a tutte le normative applicabili per l’ambiente affinché le proprie pratiche aziendali siano rispettose dell’ambiente e permettano di avere:
    • un approccio sistematico alla politica ambientale;
    • il miglioramento continuo;
    • conformità con la legislazione locale e la politica Gheda;
    • 
il Sistema Comunitario di Eco-Gestione e Audit;
  2. fornire informazioni appropriate, comunicazione e training per costruire all’interno e all’esterno la conoscenza riguardo l’impegno ambientale dell’azienda;
  3. integrare i principi ambientali, i programmi e le procedure a tutti i livelli del business ed a tutti i settori incluso il design, la manutenzione, le attività di processo e di installazioni, ed alla produzione e distribuzione e i prodotti e del packaging;
  4. misure, valutazione e controllo delle performance ambientali;
  5. impegno e continui miglioramenti sulle performance ambientali, incluso risparmio energetico, consumo e controllo dell’ acqua e produzione di rifiuti, riutilizzando e riciclando dov’è possibile;
  6. fissare obiettivi ambientali attraverso la check list strutturale con target annuali con una verifica periodica dei progressi verso questi target;

L’obiettivo finale di questa policy è la protezione dell’ambiente, il sistema di gestione e le azioni proposte sono finalizzati a risultati pratici. Il Sistema di Gestione Ambientale Gheda Petfood trova applicazione in tutte le proprie attività produttive.

icona no ogm

L’agricoltura è di per sè un’attività in cui l’uomo interagisce con gli ecosistemi e molte colture attuali sono il risultato di incroci tesi a concentrare le caratteristiche positive di varietà diverse.
Per fare ciò è però necessario che le piante che si incrociano siano compatibili, altrimenti entrano in gioco le barriere naturali che impediscono, nella maggior parte dei casi, la fecondazione tra individui di specie diverse.
Al contrario, gli OGM sono il frutto di ricombinazioni artificiali del materiale ereditario ottenute mediante l’inclusione di frammenti di DNA di un organismo donatore in un organismo ospite che in natura non potrebbero in alcun modo scambiarsi il materiale ereditario.
Un esempio: l’inclusione della caratteristica di resistenza al freddo indotta nelle fragole attraverso l’inclusione della sequenza di DNA che nei pesci artici determina una maggior tolleranza alle basse temperature non sarebbe mai stata possibile con le tecniche di incrocio finora utilizzate in agricoltura.

Per questo motivo Gheda Petfood non sostiene il libero uso di organismi geneticamente modificati ma il rispetto dei regolamenti vigenti e dei limiti imposti “NO OGM”.

icona no test

Gheda Petfood non esegue sperimentazioni sugli animali e non vengono condotte o commissionate per la realizzazione dei prodotti finiti successivamente il “cut-off date” definito. Pertanto i prodotti e tutte le attività svolte da Gheda Petfood non danneggiano, provocano sofferenza o uccidono gli animali.

icona diritti animali

Gheda Petfood considera per il proprio spirito, coscienza e politica aziendale che:
– ogni animale ha dei diritti;
– il disconoscimento e il disprezzo di questi diritti hanno portato e continuano a portare l’uomo a commettere crimini contro la natura e contro gli animali;
– il riconoscimento da parte della specie umana del diritto all’esistenza delle altre specie animali costituisce il fondamento della coesistenza delle specie nel mondo;
– i genocidi sono perpetrati dall’uomo e altri ancora se ne minacciano;
– il rispetto degli animali da parte degli uomini è legato al rispetto degli uomini tra loro;
– l’educazione deve insegnare sin dall’infanzia a osservarecomprendererispettare e amare gli animali.

Dichiarazione Universale dei Diritti degli Animali

Articolo 1
Tutti gli animali nascono uguali davanti alla vita e hanno gli stessi diritti all’esistenza.

Articolo 2
a) Ogni animale ha diritto al rispetto;
b) l’uomo, in quanto specie animale, non può attribuirsi il diritto di sterminare gli altri animali o di sfruttarli violando questo diritto. Egli ha il dovere di mettere le sue conoscenze al servizio degli animali;
c) ogni animale ha diritto alla considerazione, alle cure e alla protezione dell’uomo.

Articolo 3
a) Nessun animale dovrà essere sottoposto a maltrattamenti e ad atti crudeli;
b) se la soppressione di un animale è necessaria, deve essere istantanea, senza dolore, nè angoscia.

Articolo 4
a) Ogni animale che appartiene a una specie selvaggia ha il diritto di vivere libero nel suo ambiente naturale terrestre, aereo o acquatico e ha il diritto di riprodursi;
b) ogni privazione di libertà, anche se a fini educativi, è contraria a questo diritto.

Articolo 5
a) Ogni animale appartenente ad una specie che vive abitualmente nell’ambiente dell’ uomo ha diritto di vivere e di crescere secondo il ritmo e nelle condizioni di vita e di libertà che sono proprie della sua specie;
b) ogni modifica di questo ritmo e di queste condizioni imposta dall’uomo a fini mercantili è contraria a questo diritto.

Articolo 6
a) Ogni animale che l’uomo ha scelto per compagno ha diritto ad una durata della vita conforme alla sua naturale longevita’;
b) l’abbandono di un animale è un atto crudele e degradante.

Articolo 7
Ogni animale che lavora ha diritto a ragionevoli limitazioni di durata e intensità di lavoro, ad un’alimentazione adeguata e al riposo.

Articolo 8
a) La sperimentazione animale che implica una sofferenza fisica o psichica è incompatibile con i diritti dell’ animale sia che si tratti di una sperimentazione medica, scientifica, commerciale, sia di ogni altra forma di sperimentazione;
b) le tecniche sostitutive devono essere utilizzate e sviluppate.

Articolo 9
Nel caso che l’animale sia allevato per l’alimentazione deve essere nutrito, alloggiato, trasportato e ucciso senza che per lui ne risulti ansietà’ e dolore.

Articolo 10
a) Nessun animale deve essere usato per il divertimento dell’ uomo;
b) le esibizioni di animali e gli spettacoli che utilizzano degli animali sono incompatibili con la dignità dell’animale.

Articolo 11
Ogni atto che comporti l’uccisione di un animale senza necessità è un biocidio, cioè un delitto contro la vita.

Articolo 12
a) Ogni atto che comporti l’uccisione di un gran numero di animali selvaggi è un genocidio, cioè un delitto contro la specie;
b) l’inquinamento e la distruzione dell’ambiente naturale portano al genocidio.

Articolo 13
a) L’animale morto deve essere trattato con rispetto;
b) le scene di violenza di cui gli animali sono vittime devono essere proibite al cinema e alla televisione a meno che non abbiano come fine di mostrare un attentato ai diritti dell’animale.

Articolo 14
a) Le associazioni di protezione e di salvaguardia degli animali devono essere rappresentate a livello governativo;
b) i diritti dell’ animale devono essere difesi dalla legge come i diritti dell’uomo.

Dichiarazione Universale dei Diritti degli Animali

Articolo 1

Tutti gli animali nascono uguali davanti alla vita e hanno gli stessi diritti all’esistenza.

Articolo 2

a) Ogni animale ha diritto al rispetto;
b) l’uomo, in quanto specie animale, non può attribuirsi il diritto di sterminare gli altri animali o di sfruttarli violando questo diritto. Egli ha il dovere di mettere le sue conoscenze al servizio degli animali;
c) ogni animale ha diritto alla considerazione, alle cure e alla protezione dell’uomo.

Articolo 3

a) Nessun animale dovrà essere sottoposto a maltrattamenti e ad atti crudeli;
b) se la soppressione di un animale è necessaria, deve essere istantanea, senza dolore, nè angoscia.

Articolo 4

a) Ogni animale che appartiene a una specie selvaggia ha il diritto di vivere libero nel suo ambiente naturale terrestre, aereo o acquatico e ha il diritto di riprodursi;
b) ogni privazione di libertà, anche se a fini educativi, è contraria a questo diritto.

Articolo 5

a) Ogni animale appartenente ad una specie che vive abitualmente nell’ambiente dell’ uomo ha diritto di vivere e di crescere secondo il ritmo e nelle condizioni di vita e di libertà che sono proprie della sua specie;
b) ogni modifica di questo ritmo e di queste condizioni imposta dall’uomo a fini mercantili è contraria a questo diritto.

Articolo 6

a) Ogni animale che l’uomo ha scelto per compagno ha diritto ad una durata della vita conforme alla sua naturale longevita’;
b) l’abbandono di un animale è un atto crudele e degradante.

Articolo 7

Ogni animale che lavora ha diritto a ragionevoli limitazioni di durata e intensità di lavoro, ad un’alimentazione adeguata e al riposo.

Articolo 8

a) La sperimentazione animale che implica una sofferenza fisica o psichica è incompatibile con i diritti dell’ animale sia che si tratti di una sperimentazione medica, scientifica, commerciale, sia di ogni altra forma di sperimentazione;
b) le tecniche sostitutive devono essere utilizzate e sviluppate.

Articolo 9

Nel caso che l’animale sia allevato per l’alimentazione deve essere nutrito, alloggiato, trasportato e ucciso senza che per lui ne risulti ansietà e dolore.

Articolo 10

a) Nessun animale deve essere usato per il divertimento dell’ uomo;
b) le esibizioni di animali e gli spettacoli che utilizzano degli animali sono incompatibili con la dignità dell’animale.

Articolo 11

Ogni atto che comporti l’uccisione di un animale senza necessità è un biocidio, cioè un delitto contro la vita.

Articolo 12

a) Ogni atto che comporti l’uccisione di un gran numero di animali selvaggi è un genocidio, cioè un delitto contro la specie;
b) l’inquinamento e la distruzione dell’ambiente naturale portano al genocidio.

Articolo 13

a) L’animale morto deve essere trattato con rispetto;
b) le scene di violenza di cui gli animali sono vittime devono essere proibite al cinema e alla televisione a meno che non abbiano come fine di mostrare un attentato ai diritti dell’animale.

Articolo 14

a) Le associazioni di protezione e di salvaguardia degli animali devono essere rappresentate a livello governativo;
b) i diritti dell’ animale devono essere difesi dalla legge come i diritti dell’uomo.

Shop

Acquista onlineper la semplicità quotidiana

Sul nostro shop online puoi acquistare tutti i prodotti Unica e riceverli comodamente a casa tua.

Vai al negozio online
Newsletter

Iscriviti alla newsletterper rimanere sempre aggiornato


    Ho un caneHo un gatto