La guida del cucciolo

La guida del cucciolo

La scelta del cucciolo

foto-cuccioli-indice

La scelta del cucciolo può essere condizionata da diversi fattori, quali:

La razza

la-razza

L’importanza della decisione di dare ospitalità ad un cucciolo va ponderata insieme a tutta la famiglia perché vi coinvolgerà per tanti anni, così come le cure da prestargli e l’affetto con cui vi occuperete di lui. Bisogna fare una sorta di esame di coscienza per essere sicuri che il cane non rappresenti mai un peso, perché è un piccolo essere umano con le sue esigenze, il suo linguaggio e una grande sensibilità. Se siete sicuri della vostra scelta, allora passate alla scelta della razza ottimale per la vostra famiglia, tenendo conto delle dimensioni della vostra casa, degli orari del vostro lavoro, della presenza di altri animali e dell’impegno economico che una razza piuttosto di un’altra può comportare. Una volta scelta la razza dovrete consultare i vari siti Web per trovare un allevatore a voi vicino, oppure affidarvi alle indicazioni di un veterinario di fiducia.

La taglia

la-taglia

La scelta di un cane non deve prescindere dalla taglia che il cane raggiungerà una volta adulto. Un cane di piccola taglia avrà spazi, temperamento e necessità alimentari molto diverse da quelle di un cane di grossa taglia.

Il sesso

Le caratteristiche proprie di ogni razza variano molto al variare del sesso dell’animale: è risaputo, infatti, che le femmine sono generalmente più docili, ma necessitano di maggiori attenzioni nei momenti del calore; per contro, i maschi, in concomitanza con il calore delle femmine, tendono a voler scappare per accoppiarsi e sono solitamente più aggressivi e indomiti.

Il temperamento

il-temperamentoPer essere sicuri che il cane da voi scelto sia compatibile con il vostro stile di vita è molto importante comparare il temperamento del cane con le abitudini della propria famiglia. Ogni cucciolata ispira tenerezza, ma bisogna sempre ricordare ciò che il cucciolo diventerà da adulto.

Le caratteristiche fisiche

Trovandosi a dover scegliere il proprio cucciolo fra tanti altri, è importante accertarsi che sia sano, vivace e che gli standard tipici della razza (colore del manto, dentizione, occhi, articolazioni etc.) siano tutti riconoscibili e precisi.

Il mantello

il-mantello

Nella scelta del vostro cane ideale dovete anche tenere in considerazione la cura da dedicare al mantello: più il pelo è lungo, più necessiterà di spazzolature giornaliere, anche se, obiettivamente, un cane dal pelo lungo è esteticamente molto bello. Inoltre, ci sono cani, come i barboncini, gli yorkshire etc, che hanno bisogno di visite periodiche da un toelettatore.

L’allevatore

Molto spesso dalla scelta dell’allevatore dipende il benessere del tuo cane, quindi è importante giungere alla scelta ideale attraverso l’aiuto di diverse domande da porre sia verso i genitori, sia verso la cucciolata dalla quale proviene il vostro amico. allevatoreBisogna sapere quante gravidanze ha affrontato la fattrice, la sua età, quali eventuali malattie ha superato e se queste hanno lascito strascichi. Potendo, sarebbe bene poter vedere direttamente il padre e la madre della cucciolata, per poterne valutare lo stato di salute e accertarsi di persona degli standard di razza. Altrettanto importanti sono le informazioni che potete ricavare dall’osservazione della cucciolata: bisogna informarsi sulla presenza di problemi legati alla razza (come la displasia dell’anca), sul tipo di alimentazione che i cuccioli hanno seguito, sul piano di vaccinazione e verminazione attuato dall’allevatore. Ricordatevi che l’allevatore non dovrebbe consegnarvi il cucciolo senza i suoi documenti di registrazione.

 

Il trasporto del cucciolo e il vostro benvenuto

in-viaggioIn viaggio verso la nuova casa

Per non traumatizzare troppo il cucciolo che si appresta a lasciare mamma e fratelli, vi suggeriamo di portare un telo di stoffa o di spugna e di lasciarlo a contatto con la cucciolata un po’ in modo tale che il loro odore accompagni il vostro cucciolo fino a casa. Inoltre, è importante che il cucciolo familiarizzi con il trasportino prima del viaggio in auto: apritelo e lasciate che lo annusi e magari che ci giochi, così che non si spaventi quando glielo alloggerete per il viaggio. Munitevi anche di carta assorbente e sacchetti di plastica nel caso in cui non si senta bene.

benvenutoBenvenuto e accoglimento

Quando il cucciolo farà il suo ingresso nella vostra casa sarà una grande emozione sia per lui che per voi: sarà incuriosito e spaventato allo stesso tempo, è quindi utile coccolarlo ma anche preparare la casa ad accoglierlo avendo cura di seguire alcune norme di sicurezza come:

  1. assicurarsi che detersivi e sostanze nocive non siano alla sua portata;
  2. nascondere cavi elettrici che potrebbe rosicchiare;
  3. non lasciare a disposizione del cucciolo giochi con piccoli componenti;
  4. impedirgli di entrare in contatto con piante velenose (azalee, oleandri, stelle di Natale, edera).

dove-dormireCome e dove dormire e mangiare

Per il suo riposo è bene scegliere un luogo vicino a dove si svolge la vita familiare non soggetto a correnti d’aria, dove si possa sentire riparato e sicuro nella sua nuova cuccia. È molto importante, in questa fase, non permettergli di dormire accanto al vostro letto o sulla vostra poltrona: li farebbe subito suoi e dimenticherebbe la cuccia. Le sue ciotole devono essere posizionate vicino alla cuccia e sempre allo stesso posto.

Le cose utili

Al momento in cui riceverete a casa il vostro cucciolo, accertatevi di avere tutto l’occorrente per il suo benessere, come:

  • alimentazione completa di alta qualità studiata appositamente per i cuccioli;
  • bocconcini premio per le fasi dell’addestramento;
  • ciotole in acciaio inossidabile per il cibo e per l’acqua;
  • collarino leggero e guinzaglio;
  • shampoo e spazzola per la sua pulizia;
  • trasportino per i suoi spostamenti.

il-mio-nomeLa scelta del nome

Scegliete per il vostro cane un nome corto, meglio se con due sillabe, che lui possa memorizzare con facilità e che non confonda con i comandi (monosillabici). È importante che tutta la famiglia lo chiami sempre allo stesso modo, anche un solo nomignolo può confonderlo. Il nome è ciò che più di ogni altra cosa richiamerà la sua attenzione, quindi ogni volta che lo chiamate e lui vi presta attenzione, complimentatevi con lui e coccolatelo come ricompensa.

 

Le cure per la sua salute

vaccinazioni

Crescere un cane non è un gioco, anzi, ha le sue regole e ogni proprietario deve rispettare i propri doveri: a partire da quelli prescritti dalla legge, fino a quelli che vengono dal profondo del cuore e che vi spingono a prendervi cura di lui al meglio delle vostre possibilità. Questo è un aspetto che non va sottovalutato: il cane ha bisogno dell’affetto del padrone tanto quanto delle cure per la sua salute.

Vaccinazioni e pianificazione

Vaccinare il vostro cane è veramente un atto dovuto, per proteggerlo da malattie che possono essere mortali e per garantirgli una buona qualità di vita con voi e la vostra famiglia. Alcune vaccinazioni sono obbligatorie, mentre altre vi verranno suggerite dal vostro veterinario di fiducia considerato il tipo di vita che farà il vostro cane e i pericoli cui può andare incontro. È molto importante rispettare il calendario della pianificazione delle vaccinazioni annotato sul libretto personale dell’animale per evitare inutili rischi.

Il tatuaggio

La legge italiana prevede che ogni cane debba essere tatuato e conseguentemente registrato all’anagrafe canina del Comune di residenza. Nel caso venisse smarrito, si può facilmente risalire al proprietario.

Come curare:

  1. IL SUO MANTELLO: qualsiasi sia la razza che avete scelto, il vostro cane avrà bisogno di essere spazzolato quotidianamente perché la muta del pelo avviene durante tutto l’anno. È molto importante anche fargli il bagno almeno 2 volte all’anno con uno shampoo apposito per liberarlo dai peli morti (la frequenza aumenta se il cane vive in casa);
  2. I SUOI OCCHI: gli occhi dei cuccioli sono delicati e hanno bisogno di essere frequentemente puliti con una soluzione fisiologica;
  3. le-orecchieLE SUE ORECCHIE: alla pulizia delle orecchie bisogna dedicare un’attenzione particolare: il condotto uditivo deve sempre essere asciutto per evitare parassiti e otiti;
  4. I SUOI DENTI: anche i denti dei cani sono soggetti alla formazione di tartaro e placca, quindi per scongiurare infiammazioni ed assicurare una corretta crescita dentaria, è bene spazzolare regolarmente i denti del cane.

 

tabella-dentizione

La sua corretta alimentazione

L’alimento giusto

alimneto-giustoPer prendervi cura in modo ottimale della salute del vostro cane, dovete definitivamente abbandonare la convinzione che il cane debba mangiare ciò che il padrone avanza. Il vostro cane ha esigenze ben precise che variano al variare della sua età e delle sue abitudini di vita, della sua attività fisica e degli stadi fisiologici che attraverserà. Spetta quindi a voi scegliere per lui il meglio affidandovi a chi, come noi della Gheda Petfood, da anni impegna risorse e conoscenze per comprendere e soddisfare le esigenze di ogni singola razza. Se il vostro cane è correttamente alimentato, saranno facilmente visibili i cosiddetti segni sella salute:avrà il pelo splendente, avrà denti puliti, le feci solide, avrà massa muscolare magra e sarà attivo e molto dinamico, in una parola sarà un cane felice.

Formulazioni secondo specifiche esigenze nutrizionali

formulazioneDovete pensare al vostro cucciolo come ad un neonato: ha esigenze nutrizionali ben precise ed ovviamente diverse da quelle degli adulti; per questo è importantissimo scegliere con cura gli alimenti da offrirgli. La scelta deve considerare innanzitutto la taglia del cane per evitare errori che lo possano portare al sovrappeso o al sovraccarico di alcuni organi vitali. Il ciclo di crescita, infatti, non è uguale in tutti i cani: cani di taglia grande impiegano circa 2 anni per diventare adulti, mentre cani di piccola taglia raggiungono l’età adulta in appena 9 mesi. In base alla taglia si stabilisce anche quanti pasti deve fare il vostro cucciolo: fino ai 6 mesi si permette al cucciolo di mangiare fino a 3 volte al giorno, mentre dopo tale data i pasti vengono ridotti a 2. È molto importante attenersi scrupolosamente alle istruzioni esposte sulla confezione in merito ai dosaggi e alle somministrazioni.
tabella-crescitaI nostri prodotti sono stati studiati e formulati per accompagnare il vostro cucciolo nelle sue diverse fasi di crescita, per questo, nella nostra gamma potrete trovare il prodotto ideale per lui, dalla nascita alla senilità. Uno dei passaggi più delicati è proprio quello fra il latte materno cui il cucciolo è abituato ed un prodotto che lo possa sostituire ed integrare per favorire sia lo sviluppo fisico dell’animale, sia il rafforzamento delle sue difese immunitarie grazie ad una formulazione arricchita con antiossidanti per stimolare la giusta risposta immunitaria in un periodo delicato come quello che vivono i cuccioli durante lo svezzamento.
Crescendo, il fabbisogno energetico e nutrizionale del vostro cucciolo aumenterà, ma dovrà fare i conti con le dimensioni ridotte della bocca e dei denti e con una ancora scarsa capacità digestiva. In questa fase, quindi, il cucciolo necessita di un alimento ricco di nutrienti ma altamente digeribile che lo aiuti a nutrirsi bene senza incorrere in disturbi digestivi quali vomito o diarrea. È comunque molto importante affrontare gradatamente le varie fasi dello svezzamento, prestando attenzione ai segnali che vi manda il vostro cucciolo e attenendovi scrupolosamente ai consigli degli esperti.

Il vostro cucciolo è ormai adulto

cucciolo-adultoSpesso ci si chiede qual è il momento in cui un cane diventa adulto e, come abbiamo già spiegato, questo dipende molto dalla taglia del cane. I cani di piccola taglia raggiungono la completa maturità già a 9 mesi; quelli di taglia grande dai 12 ai 15 mesi, mentre i cani di taglia gigante crescono fino all’età di 2 anni.Un cane si definisce adulto quando ha completato il suo sviluppo sia mentale che fisico ed è al massimo delle sue forze, e a questo punto, se l’avete bene educato, avrà sviluppato con voi un legame incredibilmente forte che perdurerà tutta la vita. Il cane adulto avrà bisogno di alimenti preparati secondo formulazioni specifiche che tengano conto dei cambiamenti da lui subiti e si adattino al suo nuovo stile di vita.È consigliabile continuare con la stessa marca utilizzata per lo svezzamento, così da consentire una continuità nel suo percorso nutrizionale.

 

Il suo sviluppo

Generalmente i cuccioli lasciano l’allevamento verso le 8 settimane di vita, tempo durante il quale avranno già superato 4 fasi molto importanti della loro crescita, passando dalla dipendenza dalla mamma fino ai primi momenti di socializzazione. Queste fasi sono così divise:

il-suo-sviluppo1. Periodo neonatale (dalla nascita alle 2 settimane)

Appena nato il cucciolo è totalmente dipendente dalla mamma che lo nutre e lo protegge, mentre il ruolo dell’allevatore si limita alle coccole.

2. Periodo transizionale (dalle 2 alle 3 settimane)

I cuccioli iniziano a muoversi abbastanza bene, iniziano a vedere, odorare, gustare e sentire il mondo che li circonda. L’allevatore deve assicurarsi che il piccolo abbia a disposizione i giusti spazi che gli permettano di allontanarsi per i bisognini e quindi abituarsi a questa importante pratica. Verso le 3 settimane iniziano a svilupparsi i denti da latte ed il cucciolo riesce a leccare liquidi e masticare cibi morbidi.

3. Periodo della consapevolezza (dalle 3 alle 4 settimane)

È un momento molto delicato perché l’allevatore inizia a sostituire il latte materno con i cibi solidi. Il cane, infatti, inizia a mangiare senza succhiare. Gli spazi del cucciolo aumentano, familiarizza con l’ambiente che lo circonda e affina le sue capacità sensoriali.

4. Socializzazione iniziale (dalle 4 alle 8 settimane)

Le esperienze che il cucciolo avrà fatto fino a questo momento saranno basilari perché possa affrontare con successo la vita nella sua nuova famiglia adottiva. L’allevatore, infatti, lo avrà abituato al contatto umano fin dai suoi primi giorni di vita. Per poter lasciare l’allevamento il cucciolo deve aver superato il periodo dello svezzamento in modo ottimale.
 
 
 
guida-cucciolo

 

Scheda tecnica

Tutte le indicazioni tecniche specifiche sul cucciolo nella scheda di approfondimento.
 
Scarica il PDF