Come insegnare al gattino ad usare la lettiera

Come insegnare al gattino ad usare la lettiera

Nel momento in cui ci si accinge ad accogliere un gattino nella sua nuova casa, ci sono degli accorgimenti da mettere in pratica affinché la vita insieme risulti tranquilla e piacevole. Trovare un angolo tutto suo dove il gattino possa sentirsi al sicuro per abituarsi delicatamente alle persone, ai rumori e agli odori, gli permetterà di capire quali sono le aree a lui dedicate. Solitamente ogni gattino necessita di 4 aree, ognuna delle quali è associata ad una necessità fisiologica. Queste sono il luogo dove mangiare (lontano dall’area dei bisogni), il posto dove dormire (a contatto con fonti di calore), la zona dove giocare (al riparo da pericoli o oggetti che si potrebbero rompere) ed infine l’area specifica dove fare i bisogni personali. In questo posto deve essere posizionata la lettiera, accessibile sempre e facilmente usufruibile. Pertanto la vaschetta scelta deve avere i bordi della giusta altezza per rendere agevole l’entrata e l’uscita e deve essere sufficientemente grande. Come già premesso, la cassettina igienica deve essere posizionata in un luogo appartato della casa, lontano dalla zona di alimentazione. In particolare meglio evitare aree troppo affollate e rumorose (ad esempio vicino alla porta d’ingresso). Il gattino infatti si potrebbe spaventare e non sentendosi a proprio agio potrebbe decidere di espletare i suoi bisogni altrove, in posti indesiderati come ad esempio sul tappeto. Istintivamente la maggior parte dei gattini possiede già il riflesso di usare la lettiera, avendo imparato dalla madre. La pulizia viene acquisita tra la quarta e la quinta settimana di vita, dopo la comparsa del controllo neurologico del riflesso di minzione e defecazione.
A 30 giorni il gattino approccia la lettiera, scavando nella sabbia, eliminando e sotterrando le deiezioni. Se questo insegnamento non fosse stato possibile, nel caso in cui il gattino fosse stato abbandonato, allontanato dalla madre precocemente, o se fosse semplicemente poco diligente, bisogna portare pazienza ed educarlo ad un comportamento corretto. Per insegnargli ad usare la lettiera è sufficiente fare 2 o 3 tentativi posizionandolo al suo interno e delicatamente utilizzare la sua zampa per scavare una buca. Se i comportamenti di espletazione sbagliati persistono e si continuano a trovare bisogni sparsi ovunque per la casa, è importante sapere che le punizioni peggiorano solo la situazione, tenendo presente che lo stress aumenta la minzione compulsiva. Pertanto si può cercare di calmare il gattino, spostando la lettiera in diversi punti, facendo ancora più attenzione evitare rumori e movimenti. Diventa utile mettere il gattino all’interno della lettiera, accarezzandolo per rassicurarlo e renderlo più propenso ad utilizzarla. Inoltre giocare vicino alla lettiera lo aiuta a prenderci confidenza. Anche il tipo di lettiera utilizzata ha la sua influenza soprattutto se profumata: i gattini infatti potrebbero avere paura ad entrarci, non riconoscendo l’odore come familiare. Come alternativa si possono provare prodotti privi di profumi chimici a ridotta polverulenza. L’eliminazione persistente in luoghi non adeguati indica un disturbo comportamentale ed è opportuno rivolgersi al proprio Veterinario di fiducia.
Il gatto è un animale pulito naturalmente e, per questo motivo,è fondamentale mantenere in ordine la lettiera. la normale manutenzione prevede che: le deiezione debbano essere eliminate quotidianamente; settimanalmente la cassetta debba essere svuotata e pulita con sostanze non aggressive (acqua calda con aggiunta di sapone neutro). Tuttavia la frequenza di cambio della lettiera è in relazione al tipo utilizzato. I prodotti a base di bentonite e sepiolite, che hanno la capacità aggregante e formano la classica palla attorno all’urina, possono essere rimosse di volta in volta solo le deiezioni con l’utilizzo della palettina. La lettiera classica non aggregante deve invece essere cambiata quotidianamente. Infine se il gattino sporca fuori dalla cassetta igienica, bisogna pulire con prodotti specifici per eliminare sentori di urina o feci, che potrebbero indurre il gattino a ripetere il comportamento sbagliato. Le deiezioni raccolte al di fuori della cassetta, anziché essere gettate nella spazzatura, se poste nella lettiera sono utili per trovare familiarità con sabbia igienica.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *